Alimentazione vs Nutrizione: trova le differenze.

Se vuoi dimagrire e raggiungere i tuoi obiettivi di controllo del peso devi prestare attenzione alla quantità di calorie che assumi ogni giorno e a come sono ripartite nell’arco della giornata. Infatti, la strategia migliore per dimagrire è sicuramente ridurre il numero di calorie giornaliere, assumerle in modo corretto e dalle fonti migliori. Su questo non c’è dubbio! A questo punto potresti pensare che la riduzione delle porzioni nei tuoi piatti ha in ogni caso effetti benefici.

C’è invece un altro importante fattore da considerare, ovvero che i cibi che mangi hanno anche l’importantissima funzione di nutrirti, ovvero di dare al tuo organismo tutto ciò di cui ha bisogno per funzionare correttamente, difendersi dagli attacchi esterni e durare il più a lungo possibile. Riducendo le porzioni dei cibi nell’ambito di un regime calorico controllato, corri il rischio di ridurre anche la quantità dei nutrienti essenziali che assumi, in uno scenario che, al giorno d’oggi, è già abbastanza preoccupante.

fast-foodAlimentazione e nutrizione sono infatti due concetti completamente distinti. Se vai a mangiare in un fast food, un hamburger con delle patatine fritte e una bevanda gassata, sicuramente ti sei alimentato, dato che il senso di fame è sparito e ti senti sazio, ma purtroppo ti sei nutrito in modo del tutto insufficiente, ovvero non ha dato alle tue cellule tutti i nutrienti di cui hanno bisogno. Quindi, con lo stesso pasto è possibile alimentarsi molto ma, allo stesso tempo, nutrirsi in modo insufficiente.

Di conseguenza dobbiamo fare una distinzione tra salute e benessere. La salute può essere tecnicamente definita come l’assenza di malattie, mentre il benessere è un insieme di condizioni relative al nostro corpo che ne determinano il funzionamento ottimale e sono rispecchiate all’esterno dal nostro stato di forma fisica, dall’umore e dal nostro aspetto generale. Infatti, anche l’estetica è uno specchio del benessere: la qualità della pelle di una persona, ad esempio, è influenzata oltre che dal tipo di creme che usa anche dal grado di benessere e di completezza della nutrizione che questa persona sta apportando al suo organismo.

malessereAllo stesso modo, io posso essere clinicamente sano ma avere un fastidioso mal di testa ogni mattina quando mi sveglio, o sentirmi spesso stanco, eppure tutti i miei esami sono a posto e non ho particolari patologie. Alla classica domanda: “Come stai?”, pochi rispondono di stare “molto bene” o, addirittura, “benissimo”. La maggioranza ti dirà “bene, ma…” ed iniziano ad elencarti tutta una serie di piccoli acciacchi che li assilla, il fatto che sono stressati o che la mattina si svegliano già stanchi. Eppure queste persone spesso non sono affette da malattie, quindi teoricamente sono in piena salute. Cosa manca loro quindi per poter sperimentare il massimo grado di benessere di cui potrebbero godere? Per capirlo, dobbiamo analizzare qual è la situazione degli alimenti che troviamo ogni giorno sulle nostre tavole.

Eccessi e carenze

Per capire ciò che sta avvenendo oggi a livello di qualità e disponibilità degli alimenti, facciamo un rapido raffronto con quanto avveniva nel nostro Paese circa cinquant’anni fa. A quell’epoca, dai dati del Ministero della Salute, il consumo procapite annuo di alimenti era di circa 200 kg. Oggi questo dato è aumentato del 30% e il nostro consumo pro-capite annuo è passato a circa 300 kg. In altre parole mangiamo mediamente di più.

Ciò è dovuto a una maggiore disponibilità dei cibi, il che, purtroppo, ha portato a una diminuzione della loro qualità. Se a questo aggiungiamo che la quantità di attività fisica, con l’automazione e la tecnologia, si è ridotta drasticamente rispetto al passato, iniziamo a capire il perché dell’epidemia di sovrappeso a cui stiamo assistendo negli ultimi anni.

Negli alimenti che troviamo oggi sulle nostre tavole, sono presenti tutta una serie di eccessi e di carenze, che possiamo riassumere così:

  • eccessi: grassi; zuccheri; sali; pesticidi; ormoni; conservanti; carboidrati; fertilizzanti;
  • carenze: vitamine; minerali; proteine; micronutrienti; fibre; acqua; antiossidanti.

carenze-alimentariE’ chiaro che, riducendo le porzioni nei tuoi piatti allo scopo di limitare il numero di calorie che assumi ogni giorno, riduci gli eccessi ma aumenti le carenze alimentari, fornendo al tuo organismo quantità ancora inferiori di elementi che già sono presenti in modo insufficiente nel cibo che mangi. Da notare che si tratta comunque di carenze di tipo marginale”, il cui effetto può avere conseguenze serie sulla salute solo se prolungate per un periodo di tempo molto lungo: anni o addirittura decenni.

Per renderti meglio conto di questo fenomeno, basta pensare al dato, non molto diffuso, secondo il quale la frutta e la verdura sviluppano ben l’80% dei loro nutrienti essenziali, ovvero vitamine, minerali, antiossidanti ecc., nell’ultima settimana in cui restano attaccate alla pianta. Al giorno d’oggi, per motivi commerciali, frutta e verdura vengono colte molto prima, refrigerate per poter essere distribuite nei supermercati e, di fatto, non contengono quello che la natura ha previsto che contengano per poterti dare il massimo beneficio quando le mangi.

Quindi, negli alimenti che troviamo normalmente oggi sulle nostre tavole, sono presenti una serie di eccessi e di carenze nutrizionali. Riducendo le porzioni dei tuoi piatti, riduci la quantità di calorie e riduci tutti quelli che possono essere gli eccessi. Ma rischi di aumentare le carenze alimentari, con conseguenze potenzialmente molto gravi nel lungo periodo. Puoi sopperire a questo problema integrando tutti quei nutrienti di cui il tuo organismo ha bisogno e che invece mancano nel cibo che mangi.

Infatti, l’assunzione di integratori alimentari è fondamentale, nell’ambito di un regime alimentare controllato, per garantire al tuo organismo il giusto apporto di alcuni elementi nutritivi che normalmente non sono presenti nel cibo a tua disposizione.

Scopri qui un alimento perfettamente bilanciato in quantità di proteine carboidrati e grassi che ti può essere molto utile per raggiungere l’obiettivo di dimagrire e tonificare il tuo fisico. Contiene inoltre, tutte le vitamine e i minerali di cui il tuo organismo ha bisogno per stare bene, in forma e carico di energia. Provalo subito.

Continua a seguirmi, perché nelle prossime settimane parleremo ancora di integratori e di come puoi usarli per migliorare il tuo stato generale di benessere, stare meglio, avere più energia e voglia di fare. Iscriviti alla nostra Newsletter per non perdere neanche in articolo. Inserisci il tuo nome e la tua migliore mail nel form che trovi a questa pagina e verrai informato dell’uscita di ogni nuovo post. Potrai inoltre scaricare il report gratuito “Dimagrire senza stare a Dieta”.

Ti aspetto

Simone

Rispondi